Ricevo un verbale?

Cosa fare in caso di ricezione di un verbale

  • Servizio attivo

Descrizione

Quando ricevo un verbale a casa

Il servizio di posta non è dipendente dal servizio di Polizia Locale e viceversa.

Secondo le norme della notificazione di Atti Giudiziari (BUSTE VERDI) si possono verificare due casi per la maggior parte.

  • Il postino consegna l'atto al destinatario (o a persona titolata a riceverlo) e lo consegna di persona: la data di notifica è OGGI. Esempio: il postino consegna una busta il giorno 1 ottobre, la data di notifica è il 1 ottobre; i 5 giorni per pagare con lo sconto (1+5) vanno dal 2 al 6 ottobre. Si può pagare anche lo stesso giorno e se il 6 è festivo, anche il 7. Se si vuole pagare con lo sconto, è consigliabile farlo due o tre giorni dopo. Si può pagare la cifra intera (1+60) fino al 30 novembre, ma se è festivo fino all'1 dicembre. Se si vuole pagare, consigliabile farlo entro il 25 di novembre.
  • Il postino non vi trova a casa e lascia un avviso e vi invia una raccomandata. Troverete l'atto in posta fino a 60 giorni dopo. La data di notifica non è quando andate a prenderlo in posta, ma è quando andate a prenderlo in posta entro 10 giorni e comunque sempre dopo 10 giorni dall'avviso! Esempio: il postino consegna l'avviso il giorno 1 ottobre e lo stesso giorno porta l'atto in posta. Se andate a prenderlo il 2 ottobre, la data di notifica è il 2 ottobre (quindi i 5 giorni terminano il 7 ottobre e i 60 giorni il primo di dicembre). Se andate a prenderlo il 3, 4, 5 ottobre, stessa cosa: la data di notifica è sempre in quel giorno. Ma se andate a prendere l'atto in posta il 20 ottobre, la data di notifica è l'11 ottobre, non il 20, perché sono passati 10 giorni dall'avviso del postino. Pertanto non potrete pagare con lo sconto del 30%. Se non pagate la cifra intera, dopo 60 giorni dall'11 ottobre (dopo il 10 dicembre), da pagare ci sarà una cifra pressoché doppia rispetto all'origine.

Posso ricevere una contestazione anche via PEC

La legge consente l'invio di atti via PEC, automaticamente per coloro che hanno un'attività e hanno l'obbligo di avere una PEC. È pertanto consigliabile di consultare assiduamente la PEC onde far trascorrere i tempi di scadenza.

Come e dove pagare

Devo inviare i dati del conducente

La comunicazione dei dati del conducente è un obbligo del proprietario del veicolo. La comunicazione può essere fatta sia dal proprietario del veicolo sia dal conducente; alla comunicazione va allegata la patente di guida e una dichiarazione di conformità all'originale. La comunicazione deve essere chiara e firmata, questo per consentire la decurtazione dei punti.

  • Comunicazione Dati Conducente per decurtazione dei punti della patente (.pdf), obbligo a cui è sottoposto il proprietario del veicolo entro 60 giorni dalla notificazione di un verbale del Codice della Strada che oltre alla sanzione pecuniaria, prevede la decurtazione di punti

Voglio fare ricorso

Se il destinatario della contestazione non vuole pagare, può opporsi nei modi consentiti dalla legge e riportati sul verbale. In sintesi, sono tre: al Giudice di Pace di Mantova, direttamente al Prefetto di Mantova o indirettamente al Prefetto Mantova per il tramite dell'Ufficio di Polizia Locale di Asola.

  • Ricorso al Prefetto di Mantova a verbali del Codice della Strada per il tramite della Polizia Locale di Asola (modificabile, .doc); il ricorso è gratuito e va effettuato entro 60 giorni dalla contestazione o notificazione

Voglio l'annullamento

In alternativa al ricorso, si può chiedere l'annullamento del verbale e della contestazione direttamente al Responsabile del Servizio di Polizia Locale che risponderà entro 30 giorni, L'annullamento del verbale - cosiddetto in autotutela - è possibile quando, ad esempio, vi è stato un palese errore come la lettura sbagliata della targa: AA123AA invece di AA132AA.

Non pago

In caso di mancato pagamento e ricorso, il verbale diventa documento ufficiale per pretendere circa il doppio della cifra originaria. Il verbale verrà inviato ad una ditta di riscossione non prima di un avviso bonario di pagamento.

Voglio uno sconto

Gli operatori di Polizia Locale non praticano sconti sulle "multe". Gli operatori di Polizia Locale non fanno multe, fanno contestazioni; non possono in alcun modo "alleggerire" il valore della sanzione decisa da Prefetto o Giudice di Pace o riconoscere un diverso PMR (Pagamento in Misura Ridotta) o far pagare al sesto giorno, ad esempio, una contestazione ridotta o al 61esimo giorno una contestazione a prezzo pieno. Questi sconti possono configurare violazioni disciplinari, erariali, penali.

Accedi al servizio

Uffici

Ufficio Polizia locale

Ufficio per disposizioni Covid, modulistica, verbali, accesso agli atti di sinistro, occupazioni suolo pubblico. ordinanze e chiusura traffico. [...]

Contatti utili

Pagina aggiornata il 24/05/2024

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli?
2/2

Inserire massimo 200 caratteri